SCUOLA VOLO MOTORE

VAI nell'area download per scaricare i Manuali in uso alla Scuola
  • L'emozione che si prova pilotando un aereo è meravigliosa. Indescrivibile e chi ha avuto la fortuna di provarla sa perfettamente di cosa stiamo parlando. Non lasciatevi perciò scappare un'opportunità del genere, volare è magnifico, anche se purtroppo non è possibile farlo singolarmente.
    Occorre infatti un aereo efficiente, una scuola seria ed organizzata che possa vantare capaci istruttori di volo, dotata di ausili didattici che ti permettano di avvicinare adeguatamente ed in sicurezza questa bellissima attività.
    Il bagaglio di nozioni e di esperienze che maturerete volando è vastissimo, ricorda che quando effettuerete il vostro primo decollo da solista Vi sentirete i "padroni del mondo" e Vi sembrerà di toccare il cielo con un dito, ma non sarete che alle prime esperienze e tantissime altre, altrettanto belle e gratificanti, vi staranno aspettando.
    Con queste prime frasi accogliamo i potenziali allievi tra le mura dell'Aero Club e siamo fieri di accompagnarli tra le infrastrutture del sodalizio ed i mezzi disponibili in linea volo. Passi da gigante si, tanta volontà, una forte parte di rischio finanziario e l'appoggio di malati irrecuperabili per l'Aero Club: quindi superando le inevitabili difficoltà abbiamo aggiornato la flotta sociale allo standard attuale.
    Aula didattica
    L'aula didattica
    In oggi il nostro parco velivoli è composto da un Partenavia P.66C quadriposto ad ala alta e carrello fisso,con motore da 160 HP che gli consente di volare in crociera (cioè al 75% dei giri) a 218 km/h., di un Cessna 172, familiarmente chiamato "Cessnone" quadriposto ad ala alta, a carrello fisso, con ancora un buon bagagliaio. E' un particolare velivolo dotato di un motore da 150 HP, interessante per il basso consumo, l'autonomia e la comodità di volo per gli spazi interni.
    Particolarmente sfruttato per i voli di trasferimento, il "Cessnone" si può considerare sulla linea di volo del nostro sodalizio come un buon padre di famiglia, che perdona molti errori anche grossolani da parte degli allievi e dei piloti, con ancora un pregio che a volte può essere un difetto: una grande voglia di stare per aria recalcitrando nell'atterrare. Un aereo amato da una parte e temuto dall'altra; chi ha imparato ad andare per aria con lui, se ne è innamorato e lo tiene in esuberante considerazione.
    Chi vi è giunto dopo aver decollato sui maneggevoli "P 66", fatti a misura d'uomo, si trova a disagio per l'impostazione da assumere nella guida e ne lamenta i dolori, particolarmente negli atterraggi con un po' di vento e i momenti in cui deve decidere se tenere la punta del suo naso più su del cruscotto o lavorare più agevolmente sulla pedaliera.
  • In particolare il nostro Cessna 172 è abilitato al lancio paracadutisti e traino alianti. La scuola dispone poi di un Piper PA28 Cadet quadriposto ad ala bassa, a carrello fisso con un motore da 160 HP, che in crociera gli permette di volare a circa 220 km/h. Anche questo velivolo ha la dote di "volare da solo" come si suol dire, nel senso che è anch'esso molto docile e perdona molti errori. La scuola si avvale anche di un Piper PA 32 Saratoga II, velivolo ad ala bassa, carrello retrattile, motore da 300 HP a sei cilindri con elica a passo variabile, 6 posti due bagagliai. Vola ad oltre 330 km/h ad una quota di 3.000 metri con una autonomia di 1.300 km circa, ed essendo dotato di autopilota GPS, Garmin 530, Garmin 430, è usato per trasferimenti a lungo raggio. Un parco velivoli di tutto rispetto sia per caratteristiche tecniche diversificate che per numero di aeromobili, ma ciò che più conta è il fattore umano, l'esperienza e le capacità la passione e dedizione di coloro che ti accompagneranno. Professionisti con la P maiuscola la cui preparazione, capacità ed esperienza, il bagaglio stesso delle ore di volo effettuate ai comandi di vari velivoli da caccia, ricognizione, trasporto, passeggeri etc. vantano ben pochi eguali in buona parte delle altre scuole di volo.
    Il PA 32 è idoneo per il volo strumentale e dotati quindi di doppi apparati di radiocomunicazioni, due ricevitori VOR (ricevitori di radiofaro omnidirezionali che consentono di navigare su radiali) un ADF (radiogoniometro di bordo che determina automaticamente il rilevamento polare utilizzando stazioni emittenti a terra, dette radiofari o NDB), un trasponder (è il risponditore di bordo del velivolo che permette al radar interrogatore di terra di ricevere le sue onde trasmesse, potenziate e codificate, dando la possibilità all'operatore al suolo di poterlo distinguere da altri echi sullo schermo radar) e di doppi altimetri, oltre naturalmente lo standard necessario al volo. I piazzali di parcheggio e gli hangars che sono stati ricondizionati. La sede sociale, sul campo, di recente costruzione, è posta in posizione strategica, dalle ampie vetrate si può spaziare su quasi tutto il sedime aeroportuale e principalmente sui piazzali di parcheggio, sul raccordo e sulla pista.
    Sala carteggio
    La sala carteggio
  • Nell'infrastruttura, oltre ai servizi è conglobata la segreteria, dalla cui scrivania direzionale si può controllare tutta l'attività dell'area, comportando così un notevole margine di sicurezza.
    Ci si avvale di un'aula didattica con relative attrezzature,(banchi,lavagne,impianto di radiotelefonia, regoli dimostratori, carte aeronautiche, proiettore collegato al pc, un impianto multimediale con relativo corso di volo, eccetera), dell'ufficio documentazione e scuola, di un archivio e di tre mini-alloggi / foresteria per il personale e per gli allievi che trascorrono periodi continuativi di studio per il conseguimento delle licenze.
    Simulatore
    Il simulatore
    Il tutto su terreno ed infrastrutture concessi dall'Aeronautica Militare ed ora di proprietà del Ministero dei Trasporti, al quale paghiamo concessioni governative e che abbiamo del tutto ricondizionato.Sacrifici, un lungo cammino da percorrere per coprire le spese effettuate, ma i risultati si vedono. Ora gli allievi dispongono di infrastrutture adeguate, di mezzi nuovi, di attrezzature idonee e locali dove poter operare in comfort ed a favore della sicurezza del volo. I soci possono soffermarsi nella sede e godere di spazi predisposti all'accoglimento di parenti ed amici che li seguono; i tempi dei ritrovi all'aperto sotto una stuoia di cannicci, seduti sul prato a contendersi i pochi velivoli disponibili. Aula didattica
    L'aula didattica

    Direttore della scuola

    • Cesare Patrono

    Istruttori di Volo

    • C.te. Leopoldo Pollastri
    • C.te Balbo Francesco
    • C.te De Prisco Fabio
    • C.te Rinaldelli Stefano
    • C.te Toscano Francesco

    Istruttori di teoria

    • Sig. Tore Giorgio Controllore ENAV, Pilota PPL
    • Cesare Patrono Direttore della Scuola
    • Alberto Lucio Specialista in medicina aeronautica e Spaziale, pilota PPL
    • Paola Zunino laureata medicina , pilota PPL
    • Maurizio Pizzamiglio Ingegnere Aeronautico, pilota PPL
    • Alessandro Campello Ufficiale A.M., pilota PPL